La Haven


Il relitto della superpetroliera “Milford Haven” è il relitto visitabile più grande del Mediterraneo. 
L’immersione è giustamente ritenuta “impegnativa”, sconsigliata a subacquei con poca esperienza, per la profondità, per le modalità della discesa (nel blu/lungo cima di ormeggio) e per la frequente presenza di corrente ma carica di fascino per l’assetto “in navigazione” e il colpo d’occhio impressionante, specialmente in condizioni di buona visibilità per l’imponenza del castello e della coperta, la vivacità e biodiversità delle specie che vi trovano riparo e sicuro alloggio.
Un chiaro esempio di come la Natura e il Mare possono in pochi anni e con l’aiuto dell’Uomo, trasformare e riconvertire un disastro ambientale e una tragedia umana in un’occasione di ripopolamento per le specie che abitano il nostro mare e un luogo della memoria per le generazioni future, monito, oltreché sito turistico, che contribuisce alla suggestione che prova ogni subacqueo quando la visita.
Per le immersioni ricreative (fino a 40 mt) è richiesto un brevetto avanzato (con specialità deep) con abilitazione a 40 metri e configurazione con doppia rubinetteria e doppio primo stadio (no octopus).
Per le immersioni tecniche (oltre 40 Metri e/o con decompressione) è richiesto o un brevetto decompression diving (40-55 mt) / trimix (54-82mt) / CCR.
L’immersione e le modalità di fruizione sono regolamentate dalle Ordinanze della Capitaneria di Porto di Genova (18/1999, 183/2003). 

Non è consentito l’uso di questo sito per immersioni di addestramento.