Il Pelagosa


Fu la prima nave italiana ad andare perduta dopo l’armistizio dell’ 8 settembre.
Mentre fuggiva da Genova venne centrata da colpi di cannone, provenienti dalle batterie poste a difesa del porto di Genova, che nel frattempo erano cadute in mano tedesca.
Il relitto si presenta rovesciato, e con la prua distaccata. Le sovrastrutture sono collassate a seguito dell’impatto con il fondale. 

La penetrazione avveniva tramite alcuni fori sulle fiancate, ma causa le condizioni di estremo deterioramento del relitto è sconsigliata.
Negli anni 70,la nave è stata depredata di tutto ciò era che asportabile, nonostante ciò, il relitto presenta ancora un certo fascino e l’immersione è sempre emozionante.